Le Persone


MATTIA CACCIATORI

“Tu chiedi io faccio”

Pastore

Mattia ha nelle mani e nel cuore la voglia di imparare ogni giorno. A 28 anni ha già vissuto 15 vite e ora nella folla della vita ha trovato il suo angolo di valori semplici, relazioni autentiche e forse la vera strada verso se stesso. Da vero pastore illumina la via...e le sue parole, le sue visioni e il suo esempio sorprendono sempre, anche i più "saggi" che all'inizio si fanno fuorviare dal cappellino da baseball e gli occhi da bambino. In un libro, nella meditazione, nel bosco e nel silenzio dei suoi passi rivela la sua essenza. È sempre in cammino, spesso da solo, con scarponi sempre sporchi, che arrampicano la terra, ma se ti incontra sa sempre prenderti per mano, farti alzare lo sguardo e guardare lontano.

ALBERTO COFFELE

“Fantastico"

Proprietario Az. Coffele

Tante volte lo incontrerete ascoltare persone e guardarsi intorno. Tante volte lo sentirete parlare, domandare in ricerca di qualcosa che ancora non sa. Tante volte non capirete dove sta andando. In alcuni momenti con il pensiero distante su chissà quale isola. Ma non fatevi troppe domande. Lui, eterno sognatore, ricercatore, sperimentatore, raccoglitore. Non si ferma davanti ad un obiettivo e si moltiplica per quattro se non riesce a raggiungerlo da solo. Ama profondamente il non sapere mai abbastanza, perché gli permette di continuare a stupirsi. Quasi mai al passo, galoppa.

SIMONETTA GUADIN

"Apposto, siamo."

Direttore Coop. Multiforme
“…qui e lì, notte e dì, questa il mondo fa girar”. Simonetta è la “trottola” che non si ferma mai davanti a niente. Organizza il lavoro, parla a raffica, pensa mentre guida di qua e di là, pulisce mentre parla al telefono, mangia in piedi come i cavalli e passa nelle fessure più piccole. Piccola donna dalle spalle larghe, se avete bisogno di qualcosa chiedete a lei: se non riesce a colmare direttamente il bisogno, di certo conosce qualcuno che può darvi una mano. La maga degli intrecci umani. (Attenzione: ogni tanto morde). 

DON PAOLO

“Vado a pregare”

Sacerdote
Falegname, carpentiere, pizzaiolo, padre spirituale, parroco, muratore, fratello, musicista, direttore del coro, fondatore della Comunità sulle Orme. Paolo è un uomo che dà tutto se stesso per gli altri. Chi lo conosce bene sa che dorme poco, è disponibile al telefono anche nelle inaspettate chiamate notturne, risponde sempre ad ogni richiesta di aiuto, nella meditazione della Parola trova spirito e vita. Negli anni è riuscito a creare e sostenere numerose attività nel mondo che lo circonda. Ama profondamente e realmente il prossimo suo più di se stesso.

CHIARA COFFELE

“Si può far meglio”

Proprietario Az. Coffele 

Se nell’azienda c’è un gruppetto di persone che ridono, li c’è lo zampino di Chiara, o è appena sgattaiolata via.  Instancabile spirito sociale. Sempre nel vivace magma umano che passa per la Cantina Coffele lei è lo spirito commerciale del mondo del vino. Se volete assaggiare un buon bicchiere, degustare un pezzetto di prelibatezza, lei saprà rendervi felici in questo meraviglioso universo del palato. Se un indiano pellerossa la incontrasse e le volesse dare un nome probabilmente questo sarebbe “Nata Organizzata”.

DAVIDE ZUANAZZI

"Bzzzzzzzz"

Apicoltore

Dopo un'infanzia passata arrampicato sugli alberi ad ascoltare nel verde il fruscio e a spiare gli indaffarati riti degli insetti, ecco che un giorno gli ronzò sulla testa l'idea di diventar apicoltore e custode di quel mondo segreto e perfetto che si cela dentro all'arnia. In primavera vaga ramingo tra valli e monti, segue le danze degli sciami sempre a caccia di fiori e del loro nettare pregiato. Dopo la raccolta è finalmente tempo di assaggi, lo puoi trovare tra la gente a condividere il frutto del lavoro; tutti invita alla celebrazione della convivialità tra un bicchiere di idromele e un dolce assaggio di miele.

Foto Davide Zuanazzi

GIULIA ZANETTI

“Facciamo, contattiamo, sentiamo, incontriamo, organizziamo”

Organizzatrice Corsi

Abbiamo incontrato un grande albero nel bosco, un faggeta gigante. Una regina. Le persone normali la guardano e passano oltre. Lei pensa a come riuscire a trasmettere agli altri le emozioni che sta provando in quell’ammirare. Non tiene quasi niente per se. Condivide tutto. E, nel condividere, costruisce ponti verso universi che la circondano e che lei vuole conoscere e camminare. Visto tutte le cose che fa, non crediamo che dorma. E se lo fa, nessuno mai glielo ha visto fare.

SERENA ABAGNATO

“Certo, se hai bisogno ci sono”

Lei sa fare tutto
Mani. Lei sente, vive, incontra, attraverso le mani. Una canzone dice così: “Con le mie sole due mani, posso costruire un posto migliore, un posto più gentile, più luminoso, un posto più sicuro. Posso portare la pace sulla terra, posso pulirla, posso raggiungerti, posso stringerti, posso consolarti”. Sembra essere stata scritta per lei. Il bosco come casa, come cuore pulsante dal quale riprende energia. Lei che mai si stuferà di starvi accanto per far smuovere i vostri passi invitandovi a seguire il vostro spirito. Lei che è Quercia con radici profonde, vento con passi veloci, pietra con occhi importanti.
Foto Serena Abagnato